fbpx

Ognuno di noi nella vita ha tante paure e tanti problemi , che siano fondate o meno, esse ci accompagnano nella nostra vita, gravi e meno gravi. Ci si preoccupa della salute, dell’amore, del denaro,i figli e la famiglia , ci si può preoccupare della nostra squadra del cuore che non va, Valentino Rossi che perde il mondiale ,Gigi D’Alessio che fa un altro disco……… sono paure e problemi che accomunano tutti noi……… ma ce n’è una che in pochi possono vantarsi di avere, al mondo neanche 600.000: essere molisano!!!!!!!! Premetto che la mia infanzia è stata già abbastanza dura visto che di cognome faccio Napoli, sono nato il primo maggio a Tripoli in Libia ma tutto questo devo aggiungere una cosa ben più grave e ben più compromettente: IO SONO MOLISANO!!!!!!!!!!Ora a voi può sembrare tutto normale: sono lombardo, di dove di Milano? Sono piemontese, ah che meraviglia Torino!!!! Sono Campano, vedi Napoli e poi muori!!!! Sono molisano………………… che bella città Pescara….. No!!!!!!! Pescara è Abruzzo……….. Che meraviglia i sassi di Matera……….. no!!!!!!!!! Basilicata……….. porco giuda!!!!!!!!! Ma Campobasso e Isernia non le conosce nessuno!!!??? Perché!!!??? Eppure nella cartina ci sono , io le ho viste!!!!!!!! Certo che conoscere il Molise anche visitandolo è complicato, posso capire……… abbiamo solo venti km di autostrade e una sola uscita a Termoli ; pensate che per evitare di confondersi l’uscita non si chiama neanche Termoli ma MOLISE!!!!!!!! Vi rendete conto!!!? Neanche fosse un girone dantesco. Appena entri ……. Magia…… strada priva di segnaletica……. basta , da ora siamo in mano a noi stessi, lasciate ogni speranza o voi che entrate. Come facciamo a farci conoscere…… dai magari attraverso esponenti di spicco della cultura italiana, vediamo: gli unici molisani conosciuti sono Aldo Biscardi e Antonio Di Pietro!!!! Aggiungo altro ? Va bene, voglio esagerare…… Il mio paese si chiama Lupara,un paese che fa colpo, un nome rassicurante e pacifico, ben 450 abitanti, il più giovane ha 70 anni, le scuole chiuse per mancanza di bambini, i bar in difficoltà per eccesso di bevitori. Pensate che in 19 anni di villaggi non ho mai incontrato un molisano!!!!!! Ma la sapete una cosa , tra tutti questi difetti, il mio paesino mi manca, mi manca l’aria pulita dalla mancanza di auto, mi mancano i vecchietti in piazza che sanno tutto di tutti, mi manca che la piazza sia il salotto di casa, dove male o bene una chiacchiera con qualcuno la rimedi, mi manca vedere le isole Tremiti dal mio terrazzo, mi manca chiamare tutti quelli che vedo per nome, mi manca chiacchierare da una finestra all’altra con mia nonna, perché la strada dove abito è larga un metro e mezzo, mi manca  pagare un caffè 80 centesimi e una birra un euro, mi manca andare al fiume d’estate, mi manca vedere i bambini girare liberi e senza paura di essere investiti, mi manca passeggiare tra i campi dove gli agricoltori orgogliosi del loro lavoro, ti fanno assaggiare qualsiasi frutta o verdura, mi manca il barista che se ha qualcosa da fare ti lascia le chiavi del bar e va via…… perché da noi ci si fida ancora, perché da noi la dignità occupa il primo posto tra i valori.

Sapete che vi dico? In fondo non è un male che nessuno conosca il Molise………

Max Napoli