Deep Sensation

La musica è parte essenziale della nostra vita ed è la via più semplice per tuffarci nei ricordi o emozionarci per quello che una canzone ci fa provare. Uno dei generi che più fa sognare è senz’altro la Deep House.

La Deep House è un sotto-genere della musica House, associato anche alla Chill Out e alla Lounge Music, nata a Chicago nella metà degli 80. Nel nome Deep House, la dicitura “DEEP”, sta ad indicare la profondità del basso presente in tutte le canzoni di questo genere. I BPM (Battiti Per Minuto) sono contenuti tra i 122 e 125 e le canzoni sono ricche di melodie che fanno sognare, suoni principalmente strumentali e il basso che è il vero protagonista assoluto. E’ quel tipo di musica che quando qualcuno la ascolta, la associa semplicemente alla “musica da spiaggia o aperitivo”.

La Deep è stata spesso definita come un genere per chi ha orecchi fini e raffinati, per coloro che andavano alla ricerca di qualcosa di “particolare”.

Questo genere nato più di 20 anni fa comincia ad evolversi, grazie anche all’esplosione del web e dell’uso dei social network. Il concetto di fondo da tenere a mente è che durante questo periodo i suoni della Deep si evolvono e sono più orecchiabili e di facile impressione. Con questa evoluzione iniziano a diminuire le serate a stampo Deep House, ma inizia a diventare un genere di apertura per “scaldare” la pista e iniziare gradualmente la serata.

Ai giorni nostri, il genere sta subendo un ulteriore evoluzione. Infatti, con il boom dell’Electro House che ha portato alla cultura della EDM, culminata, con le massicce release di tracce Electro House e tutti i festival organizzati proprio per tale genere. Questo fenomeno EDM ha avuto la popolarità giusta anche grazie all’uso di Internet e la diffusione delle canzoni nel web. Sembra però, che la Deep House stia popolando la scena più mainstream della musica. Ha infatti invaso i più famosi canali musicali e le radio di tutto il mondo fanno ascoltare sempre di più tracce riconducibili a questo genere.

C’è molta gente a cui non piace questa “evoluzione” più commerciale di un genere che negli anni 80, aveva creato una nuova corrente musicale che con gli anni avrebbe coinvolto sempre più persone arrivando a quello che è oggi. Ma allo stesso tempo molta gente si è innamorata di questo genere, dando vita a quello che oggi è uno dei generi musicali più ascoltati e apprezzati.

“Ho i miei dolori, amori, piaceri particolari; e tu hai i tuoi. Ma dolore, gioia, desiderio, speranza, amore, appartengono a tutti noi, in ogni tempo e in ogni luogo. La musica è l’unico mezzo con cui sentiamo queste emozioni nella loro universalità.”
[Harry Allen Overstreet]

 

Jacopo Budoni